Chat with us, powered by LiveChat
Diving Tips

Vademecum per immersioni sicure: le dieci regole fondamentali

regole di immersioneSub in immersione sicura

La passione, senza controllo, può essere pericolosa. Per questo la Società Italiana di Medicina Subacquea Iperbarica ha stilato con cura un vademecum per immersioni sicure da rispettare durante viaggi per sub.

Dieci passi da seguire per non incappare in nessun problema e vivere al cento per cento la passione per la subacquea.

Ecco le regole compongono il vademecum per immersioni sicure durante i viaggi per sub:

1.  Dotarsi di idoneità medica per immergersi sott’acqua (certificato medico di buona salute o di idoneità agonistica). Si tratta di una condizione poco considerata: si pensi a chi si reca nei villaggi turistici e decide di prendere il brevetto in loco ove non viene eseguita nessuna visita.

2.  Il brevetto va mantenuto efficiente, ovvero non deve essere preso e utilizzato una volta ogni tanto; sarebbe come non averlo.

3.  La profondità da raggiungere deve essere rispettata in relazione ai gradi del brevetto. E, invece, si va sempre oltre raggiungendo profondità che non si è in grado di gestire.

4.  Mantenersi in buona forma fisica per conservare in salute il sistema cardiocircolatorio e contenere il peso.

5.  Se non ci si immerge da un po’ di tempo, eseguire le prime immersioni della stagione con prudenza e gradualità senza andare nelle correnti o a profondità elevate.

6.  Immergersi solo se si sta bene.

7. Non fare sforzi appena usciti dall’acqua e nelle ore successive per consentire una desaturazione ottimale.

8. Non recarsi in montagna e non prendere un aereo nelle 12 ore successive per evitare ulteriori sbalzi pressori.

9. Programmare bene l’immersione pianificando ogni aspetto, studiando le correnti e la profondità e andando sempre in coppia.

10. Conoscere la propria attrezzatura e mantenerla efficiente. Se si affitta, verificarne la funzionalità e prenderne confidenza prima di immergersi.

Buone immersioni sicure a tutti voi!

DiveCircle

2 Comments

  • Piu che giusto temete a mente queste regole fondamentali per quelli che hanno esperienza e brevetto, ma a volte i provetti subacquei sono alla mercé degli istruttori e guide, a volte prevale la professionalità, altre volte la necessità o voglia di fare numeri, quindi in questo ultimo caso, sono le Federazioni che devono vigilare. A volte ti rendi conto che in un’immersione fatta con diving occasionali, la guida fa fede giustamente al grado di brevetto per giudicare le capacità del sub, ma a volte il grado di brevetto mon corrisponde alle capacità del sub e se non sei più che preparato sorgono i pronlemi. Lode alla FIPSAS per come prepara i propri istruttori e come loro riescono a trasmetterti gli strumenti e conoscenze per delle immersioni dove nulla è lasciato al caso.

  • Perfettamente d accordo bisogna verificare sempre chi presenta il brevetto perché ci sono troppi rilasci facili…dare sempre priorità alla sicurezza e non al profitto…

Leave a Comment