Chat with us, powered by LiveChat

mante

AmericaDestinazioni

Viaggi per sub alle Isole Cayman, il regno delle immersioni

vacanza-diving-grand-cayman-isole-cayman_fttd7m


Le Isole Cayaman sono una vera e propria oasi per i sub: tre isole a 700 km dal Florida che si trovano proprio nel cuore del mare dei Caraibi. Grand Cayman, Brac Cayman e Little Cayman sono le isole più ambite dai sub di ogni parte del mondo. Fare viaggi per sub alle Isole Cayman significa immergersi in acque cristalline e tiepide e godere di fondali incredibili.

Qui si possono immergere proprio tutti, dai principianti ai veterani: questo la rende ancora una meta perfetta non solo per le coppie o per i singoli ma anche per le famiglie! Infatti, anche solo facendo snorkeling, si possono vedere delle barriere coralline davvero indimenticabili
Tutti quelli che tornano da una vacanza sub alle Isole Cayman e si immergono in quelle acque non le dimenticheranno mai! Sono dei luoghi che offrono la possibilità di conoscere tre tipi di fondali molto diversi pur essendo molto vicine. La più grande delle isole è Grand Cayman, un paradiso per ogni subacqueo. Le Isole Cayman vennero chiamate “le isole delle tartarughe” da Cristoforo Colombo quando le scoprì agli inizi del Cinquecento. Vennero poi rinominate “Isole Cayman” poichè erano molto frequentate dai coccodrilli! Ora ci sono ancora ma sono “protetti”.

Viaggi per sub e Immersioni alle Isole Cayman

Immergersi alle Isole Cayman è una delle cose da fare almeno una volta nella vita. Non c’è un luogo preciso in cui consigliamo di immergervi perchè sono tutte ugualmente delle isole molto valide.
Una bella immersione da fare è sicuramente quella di Stingray City, l’immersione più incredibile del mondo a 5 metri di profondità. In queste zone è possibile incontrare i tarponi che formano grossi banchi. Durante una vacanza sub alle Isole Cayman si incontrano anche delle razze davvero giganti! Queste, che ormai sono abituate alla presenza umana, si avvicinano senza problemi per volteggiare e danzare intorno ai sub: uno spettacolo davvero incredibile!

Alle Isole Cayman è possibile immergersi scoprendo diversi relitti. Quello più famoso è sicuramente il Kittwake. Si tratta di una nave a 15 metri di profondità ed è situata in un’area protetta di Grand Cayman.
Per vivere una vacanza sub alle Isole Cayman indimenticabile consigliamo sempre di viverla a bordo di una crociera per sub: in questo modo sarà possibile vedere tutto il meglio che questo luogo ha da offrire. La crociera sub che offre DiveCircle è anche eco-friendly: la flotta a cui si appoggia aderisce al progetto Green the Fleet, per offrire un’esperienza che rispetti il mare e i suoi abitanti!

Quando organizzare viaggi per sub alle Isole Cayman

Da novembre ad aprile c’è l’alta stagione quindi scegliere di fare una vacanza sub alle Isole Cayaman non è proprio una buona idea se si è in cerca di tranquillità! Consigliabile invece il periodo che va da maggio a novembre poichè le temperature sono davvero ottime per le immersioni.
Per approfondimenti sul clima e su quando partire per la vostra vacanza sub alle Isole Cayman c’è la guida gratuita di DiveCircle!

Chi vuole fare una vacanza sub alle Isole Cayman non sceglie solo un’isola da visitare ma opta per una crociera sub. Scopri le i viaggi per sub alle Isole Cayman di DiveCircle e prenota subito la tua vacanza sub!

AmericaDestinazioniSlider

Immergiti con le mante giganti in una vacanza sub alle Hawaii

vacanza-sub-hawaii

Una vacanza sub alle Hawaii è il modo perfetto per scoprire uno degli angoli più estremi di quel paradiso conosciuto col nome di Polinesia. L’arcipelago delle Hawaii si estende nell’Oceano Pacifico per 2.400 km e si trova a più di 3.000 km di distanza dalla terraferma. Fa parte degli Stati Uniti d’America e comprende l’isola di Hawaii, altre sette isole principali, molte isole minori e atolli. La capitale è Honolulu e si trova sull’isola di Oahu . Le altre isole principali sono l’isola di Hawaii, l’isola di Maui , l’isola di Kauai, Molokai, Lanai, Niihau e Kahoolawe . Sono considerati parte delle Hawaii anche gli atolli che vanno da Nihoa a Midway .

Cinque enormi vulcani costituiscono le cinque isole principali delle Hawaii, tra quesi Kilauea è considerato il vulcano più attivo del pianeta. Tutte le isole sono di origine vulcanica e per la loro incredibile bellezza, per le magnifiche barriere coralline, per lo splendido mare, le lunghe spiagge e per il clima ottimale, sono una delle mete più apprezzate e sognate da sub, snorkelisti e surfisti di tutto il mondo.

A detta della maggioranza dei subacquei le isole Hawaii rientrano a pieno titolo tra le 10 destinazioni più importanti al mondo dove fare immersioni; inoltre le riviste subacquee di tutto il mondo confermano che, almeno una volta nella vita, ogni sub dovrebbe vivere l’emozione di un’immersione notturna con le mante di Kona.

I siti di immersione

Le isole Hawaii custodiscono alcune delle barriere coralline più sane al mondo caratterizzate da una vita marina estremamente varia con oltre 7.000 specie, di cui un quarto endemiche. Qui tra miriadi di reef, caverne, coralli neri, canyon, pareti e formazioni rocciose di natura vulcanica, nuotano squali delle Galapagos, pinna bianca e tigre, ben 5 razze di tartarughe marine, delfini, mante, aquile di mare, foche monache, megattere e un’infinità di altre meravigliose creature.

Ci sono letteralmente centinaia di operatori subacquei sparsi in tutto l’arcipelago che impartiscono lezioni e garantiscono il noleggio dell’attrezzatura necessaria. Le Hawaii sono il luogo ideale per ottenere certificazioni speciali, in particolare per i relitti e le immersioni notturne. Molti dei siti di immersione più famosi sono raggiungibili da Honolulu, anche se ogni isola ospita numerose opzioni tra cui scegliere.

A Maui le possibilità di immersione sono oltre 40. Uno dei siti più popolari è Black Rock, con le sue splendide barriere popolate da razze, pesci e tartarughe. Altro sito imperdibile, a circa mezz’ora di barca da Maui, è il Molokini Crater. All’interno di questo cratere è possibile incontrare mante, anguille, pesci, murene e squali. A largo di Maui ci sono anche molti interessanti relitti; tra questi i più noti sono il St. Anthony ed il Carthaginian. Entrambi i relitti sono stati affondati per creare delle barriere artificiali, diventando la casa di tartarughe verdi, castagnole e coloratissimi pesci tropicali.

Ad Oahu è possibile fare oltre 36 immersioni dalla spiaggia: tra i siti più popolari ci sono le Makaha Caverns, la Electric Beach, lo Shark’s Cove e le Three Tables. Sempre nei pressi di Oahu ci sono due relitti, lo YO-257 e il San Pedro, che corrono paralleli a 36 metri di distanza. L’Atlantis Submarine organizza delle uscite in sottomarino, permettendo l’interazione fra i passeggeri del sommergibile ed i subacquei: un’esperienza imperdibile durante una vacanza sub a alle Hawaii. Ad ovest di Oahu troviamo la Mahi, un dragamine della Seconda Guerra Mondiale tra i cui resti nuotano grandi pelagici, aquile di mare, murene e incredibili quantità di pesci.

Lanai è nota per la sua visibilità quasi assoluta e per l’immersione in caverna e Cathedrals I e II sono i siti subacquei più popolari. Molokai vanta siti incontaminati e offre la possibilità di avvistare creature incredibile come gli squali martello e le foche monache. Le immersioni più popolari includono Fish Bowl, Deep Corner e Fish Rain.

L’isola di Hawaii ospita oltre 50 siti di immersione, famosi per le loro particolari formazioni laviche e per l’estrema varietà di creature marina, tra cui pesci, anguille, tartarughe e mante. A proposito di queste ultima, è convinzione diffusa che un’immersione notturna con le mante giganti a largo di Kona, sia un’esperienza quasi mistica che ogni sub dovrebbe provare. I migliori punti di immersione a terra della Big Island includono Two Step, Honokohau Harbour, Mile Marker 4, Old Airport, Kamakahonu Beach e Keauhou.

A Kauai vi consigliamo i siti di Sheraton Caverns e Turtle Bluffs, dove tra grotte e tunnel è possibile imbattersi in splendidi esemplari di squali pinna bianca e tartarughe verdi. Sempre a Kaua’i, si trova Tunnels Beach, una serie di tunnel lavici dalla particolare conformazione, tra cui nuotano tartarughe, polpi e squali pinna bianca.

viaggi per sub hawaii

Il Prince Kuhio’s (noto ai subacquei locali come “the turtle airport”) è un ottimo sito di immersione a pochi minuti da Koloa Landing ed è la dimora delle bellissime tartarughe verdi hawaiane. Anini Beach, sito frequentato quasi esclusivamente nei mesi estivi, offre una meravigliosa barriera corallina con una notevole vita marina, ad una profondità massima di 14 metri. A Waikiki troviamo il Sea Tiger, un relitto di una nave contrabbandiera a 36 metri di profondità, popolato da aquile di mare, pesci palla e pesci rana, ma anche tartarughe e gronghi.

Se invece la vostra passione è lo snorkeling, non potrete non recarvi a Hanauma Bay sull’Isola di Oahu , Beach Kee sull’isola di Kauai , Hulopoe Bay a Lanai , Kahaluu Beach sulla Big Island e Kapalua Bay a Maui.

Vacanza sub alle Hawaii: il periodo migliore

L’arcipelago è visitabile tutto l’anno, ma il periodo migliore per una vacanza sub alle Hawaii va da maggio a ottobre. Le temperature dell’aria sono elevate ma sopportabili grazie agli elisei. Da dicembre a marzo le temperature sono un po’ più basse, le notti fresche e le piogge più abbondanti, ma le giornate sono comunque quasi sempre soleggiate. Vi ricordiamo che le Hawaii si trovano nella traiettoria dei cicloni tropicali, ma ne sono colpite molto raramente. La stagione dei cicloni va da giugno a novembre, ma sono più probabili nei mesi di agosto e settembre.

Le Hawaii vi aspettano per ammaliarvi con siti di immersioni spettacolari e un’incredibile vita marina. Che aspettate? Scoprite le nostre offerte e prenotate la vostra vacanza sub alle Hawaii!

AfricaDestinazioniSlider

Viaggi sub in Madagascar tra barriera corallina e grandi mammiferi marini

viaggi sub in Madagascar lasciano un ricordo indelebile, un mix di emozioni indescrivibile, che non è facile raccontare ma che si deve vivere sulla propria pelle.

Circondato dalle acque dell’Oceano Indiano, a largo delle coste sud orientali dell’Africa, il Madagascar, con i suoi 550 mila chilometri quadrati e una popolazione di quasi 15 milioni di abitanti, è la quarta isola più grande del mondo.

Essa è nota anche come “grande isola” o “isola rossa” per il colore rossastro della sua terra dovuto all’alta concentrazione di ferro. 

Da nord a sud, l’isola del Madagascar misura quasi 1.600 km e conta oltre 5000 chilometri di costa. Il suo paesaggio è ricchissimo e varia in continuazione, dalle coste alle montagne passando per le colline e alternando savana, risaie e foreste pluviali.  

Al suo interno è possibile visitare numerosi parchi nazionali che rappresentano oltre il 10% del suo territorio e vi faranno innamorare al primo incontro di questa terra piena di segreti e magia.  

L’isola custodisce una biodiversità incredibile che la rende la meta perfetta per gli amanti della natura, del mare e delle immersioni.  

Viaggi diving Madagascar

A tutti voi, che siate sub esperti oppure semplici appassionati del mondo marino, consigliamo di dirigervi verso nord, in particolare sull’isola di Nosy Be, alla scoperta di angoli di rara bellezza e di stupendi fondali da esplorare.

Anche il resto del Paese offre tesori unici, come Morondava e Belo-sur-mer, lungo la costa occidentale, famose per le loro spiagge chilometriche o Taolagnaro, meglio conosciuta con il vecchio nome Fort-Dauphin, che nella zona meridionale dell’isola vi attende con le sue interminabili spiagge di sabbia bianca e fine.   

La costa orientale invece è sconsigliata agli amanti dei bagni e delle immersioni per la presenza di numerosi squali e di correnti molto forti e pericolose.  

Il nord del Madagascar: paradiso per i sub (e non solo) 

Come accennato sopra, la zona migliore per appassionati di immersioni e vita marina è sicuramente la costa settentrionale dell’isola che custodisce luoghi di eccezionale bellezza, come Mangily Islandla baia di Diego Suarez, oggi Antsiranana, famosa per la baia pan di zucchero, una delle più affascinanti del mondo intero.   

Tra i tesori della costa settentrionale del Madagascar vi ricordiamo anche il Parco Nazionale di Montagne d’Ambre dove potrete scoprire le particolarità della flora e della fauna locali.  

Tra le mete più gettonate del nord c’è Ankazoberavina, meta perfetta per gli appassionati di sub che potranno vivere l’emozione di immergersi nelle sue acque cristalline alla scoperta di un mondo sottomarino ricchissimo.  

I suoi fondali sono ricchi di formazioni coralline e pesci tropicali, visibili anche a basse profondità. Questa meta è consigliata dunque anche ai sub meno esperti: qui infatti le immersioni sono abbastanza semplici ma ciò non sminuisce certo la bellezza e unicità dell’esperienza, soprattutto se vissuta in un luogo incantato come questo.   

I non sub potranno vivere altre esperienze straordinarie come l’avvistamento di megattere e balene; Ankazoberavina infatti è la patria dei grandi mammiferi marini.   

A poca distanza dalla costa nord occidentale del Paese si incontra Nosy Be, un vero e proprio paradiso per gli amanti delle immersioni! L’isola è sede di numerosi villaggi di tour operator italiani, nonché meta ideale per chi vuole ammirare balene e delfini nel loro habitat naturale.  

Anche chi non ama le immersioni in profondità qui avrà l’imbarazzo della scelta. Grazie a Divecircle infatti è possibile organizzare e vivere numerose esperienze a contatto con il mare, come il whale watching, lo snorkeling, esplorazione delle barriere coralline, immersioni e molto altro ancora.  

Se sceglierete il Madagascar conoscerete un’oasi incontaminata lontano dal caos, costellata di montagne, colline e foreste pluviali, con coste frastagliate, spiagge affascinanti e acque di mille sfumature di blu, celeste e turchese in cui praticare gli sport più disparati, dal windsurf alla vela, e vivere mille esperienze e avventure straordinarie.  

La flora e la fauna da scoprire nei viaggi sub in Madagascar

Il Madagascar è un paradiso per gli amanti del mare proprio perché le sue acque cristalline sono abitate da numerosissimi esemplari, anche molto particolari che sub e non sub avranno l’opportunità di ammirare da vicino grazie ad immersioni, giri in battello per whale watching e snorkeling.  

Sull’isola è possibile fare immersioni tutto l’anno, con caratteristiche e dettagli diversi in base ai mesi, alle condizioni dell’oceano.

Nei fondali del Madagascar potrete incontrare numerose specie di pesci tropicali, tartarughe, squali balena, squali grigi, delfini, balene, globicefali, mante, barracuda, tonni e cernie giganti, per la gioia dei vostri occhi e dei vostri sensi.   

Le tartarughe sono concentrate soprattutto sulla piccola, deliziosa isola di Iranja Kely, nota proprio come isola delle tartarughe. Essa è in realtà formata da due isole, Nosy Iranja Bè e Nosy Iranja Kely, collegate tra loro da una lunga striscia di sabbia bianchissima e circondate da acque limpide che custodiscono una barriera corallina ricca e viva.  

Se sceglierete uno dei nostri viaggi sub in Madagascar molto probabilmente avrete anche la possibilità di vivere il momento della schiusa delle uova di tartaruga e della corsa delle neonate verso l’acqua del mare: uno spettacolo unico e davvero emozionante!  

Anche la flora e la fauna terrestri regalano grandi emozioni. L’isola del Madagascar infatti racchiude in sé il 5% della fauna e della flora di tutto il mondo: una vegetazione che varia sensibilmente al variare del paesaggio, dalle regioni costiere, alle zone pluviali fino alle montagne tropicali.

L’elemento di spicco della flora del Paese è sicuramente il baobab, che trova la sua massima espressione lungo la famosa Avenue des Baobab, lunga quasi 200 chilometri. Questa strada è così particolare e custodisce esemplari secolari di baobab, da aver meritato il titolo di Monumento Naturale del Paese. Inoltre troviamo anche un grande numero di specie di palme, orchidee e cactus.  

Tra la fauna presente in Madagascar non si possono non citare i lemuri: sull’isola se ne incontrano oltre 102 specie, che vivono in grandi colonie. Essi sono ormai abituati alla presenza dell’uomo e non è insolito che escano dalle foreste per raggiungere le spiagge piene di turisti.  

Sull’isola e in particolare nelle sue foreste vive un altro unico animale che non è possibile rintracciare in nessun’altra parte del mondo: il Fossa. Simile ad un piccolo puma esso fa parte della famiglia dei viverridi, come genette e manguste.  

Molto diffusi anche i camaleonti e tantissime diverse specie di uccelli che fanno del Madagascar un paradiso del birdwatching.  

Viaggi per sub in Madagascar: quando andare  

Il clima del Madagascar è subtropicale, con una stagione calda e piovosa da novembre ad aprile, ed una stagione secca e fresca da maggio a ottobre.  

La stagione turistica in Madagascar inizia ad aprile, subito dopo il periodo dei cicloni e termina a dicembre. Se state pensando di raggiungere quest’isola delle meraviglie ci sentiamo di sconsigliarvi solamente i mesi tra gennaio e marzo, quando le forti piogge rendono più complicati gli spostamenti tra le piccole isole, alcune zone sono completamente isolate, molti alberghi e strutture ricettive chiudono e il nord è frequentemente battuto da cicloni.  

Il periodo migliore per organizzare uno dei nostri viaggi sub in Madagascar è quello che va da settembre a dicembre, quando le temperature sono calde e le piogge davvero scarse ed è possibile imbattersi nelle balenottere azzurre che attraversano il canale del vicino Mozambico. Il periodo è perfetto anche per l’osservazione della fauna terrestre locale: camaleonti, serpenti e roditori infatti non sono ancora in letargo e avrete l’occasione di ammirare le meraviglie dei numerosi parchi nazionali.  

Se arrivate sull’isola tra maggio e giugno vivrete in prima persona la stagione del raccolto del riso sugli altopiani, un evento di grande effetto che permette di entrare in contatto con un importante tradizione locale.  

Se avete le ferie tra luglio ed agosto, picchi dell’alta stagione, non avrete comunque nessun problema: troverete temperature gradevoli e acque limpide e pronte a stupirvi con i loro tesori.  

Attenzione però! I viaggi sub in Madagascar vanno certamente programmati per tempo in modo da trovare le migliori offerte: muovendosi con grande anticipo infatti è possibile vivere un viaggio sub in Madagascar con un budget di 500/600 euro, volo aereo escluso.  

Viaggi sub in Madagascar: la valigia perfetta

Partire per un viaggio sub in Madagascar non vuol dire solo prepararsi a nuotate ed immersioni ma anche scoprire i tesori terrestri dell’isola e dei suoi parchi, soprattutto se con voi sub partiranno anche persone che non praticano le immersioni.  

Proprio per questo oltre a costumi, pinne, maschera e l’attrezzatura per le immersioni, vi consigliamo di mettere in valigia tutto il necessario per il trekking, comprese scarpe comode, cappello ed un k-way.  

Se avete intenzione di raggiungere l’entroterra e i suoi altopiani portate con voi alcuni indumenti caldi, come felpe e piumini perché in questi luoghi la temperatura può scendere anche sotto ai 5°.

Ricordate di aggiungere in valigia i medicinali che assumete di solito, compresse per i disturbi gastrointestinali e repellenti per zanzare ed insetti vari.   

Sul nostro sito trovate una guida con tutte le informazioni e i dettagli per organizzare al meglio, dal punto di vista pratico, il vostro viaggio sub in Madagascar!  

Se il racconto di questa isola magica in cui si respira felicità ad ogni passo – e ad ogni immersione – vi ha affascinato non vi resta che scoprire di più sui viaggi sub in Madagascar, e prepararvi a raggiungere questo paradiso terrestre fatto di acque cristalline, fondali meravigliosi, popolazione accogliente, ritmi rilassati e natura affascinante 

Diving Tips

Manta Resort: l’hotel sottomarino a Zanzibar!

Manta Resort-underwatel-hotelManta Resort - Zanzibar. Photo by Jesper Anhede

Che l’arcipelago di Zanzibar sia uno dei luoghi preferiti dai sub per fare diving è cosa risaputa: esso è composto da piccoli isolotti e da tre isole principali: Unguja (comunemente nota come Zanzibar), Mafia e Pemba. Proprio qui si trova un meraviglioso hotel sottomarino, il Manta Resort, che tra le varie stanze e villette che mette a disposizione dei suoi ospiti, ne ha una davvero speciale.

Una struttura galleggiante semi sommersa, in mezzo al mare e dotata di tutto. La parte emersa è costituita da una terrazzo ed altre due camere, ma ancora più emozionante è la stanza da letto, che si trova interamente sotto il livello del mare.

Ecco la vera particolarità di questo hotel sottomarino, di questa villetta galleggiante in cui, grazie alle finestre di vetro che la circondano, è possibile godere di un panorama mozzafiato sui tesori del mare circostante. 

Pensate: in ogni momento potrete godervi lo spettacolo della natura comodamente seduti sul vostro letto, con pesci ed altri animali marini che vi faranno compagnia di giorno e vi canteranno la ninna nanna di notte.

Manta Resort

Un’esperienza davvero unica, quella del Manta Resort, anche per il prezzo: infatti non capita tutti i giorni di dover spendere 1.500 dollari per una notte in hotel.

Che dite, ne varrà la pena nel caso di un hotel sottomarino spettacolare come questo? Scopri tutti i viaggi per sub a Zanzibar