Chat with us, powered by LiveChat

incontri speciali

AmericaDestinazioni

Viaggi per sub alle Isole Galapagos, un luogo dove tutto si è fermato

isole galapagos viaggi per sub-min

Le Isole Galapagos sono uno degli arcipelaghi più belli del mondo. Fare viaggi per sub alle Isole Galapagos significa immergersi in fondali davvero unici. Oltre che per la loro bellezza, si distinguono anche per essere una delle mete più ambite dai sub. Infatti, le Isole Galapagos rientrano nella lista delle 10 destinazioni subacquee migliori al mondo e soprattutto rientrano tra le destinazioni ideali dove si possono incontrare i giganti del mare. Le Isole Galapagos sono un arcipelago di tantissime isole: 13 di queste sono abbastanza grandi e altre 6 più piccole. Ci sono anche 42 isolotti ma la maggior parte sono solo ricoperti da vegetazione. Basta vedere una foto di questo luogo per capire che alle Isole Galapagos il tempo si è fermato.

Lo scenario, quasi surreale, di questo posto è ideale per una vacanza per sub! Una vacanza sub alle Isole Galapagos rigenera e rilassa, grazie ai suoi panorami incredibilmente magici.
Queste isole sono famose in tutto il mondo per la presenza delle tartarughe giganti che le abitano. Ma molte sono le specie che popolano queste isole e fu proprio questo il motivo che spinse, molti anni fa, Charles Darwin a trasferirsi li per un po’ per studiare l’evoluzione delle specie animali. “L’origine della specie“, famoso in tutto il mondo, nasce proprio tra le palme di queste isole.

Le Isole Galapagos sono di origine vulcanica e questo le rende sicuramente rocciose e bellissime. Tutto qui è conservato alla perfezione. Durante un viaggio per sub alle Isole Galapagos si puo’ pensare di visitare Isla Baltra, Isla Isabela, Darwin Island e l’Isla di Nombre. Queste sono sicuramente le più intriganti e piene di vita marina.
Se si sceglie di voler visitare le Isole Galapagos durante una viaggio per sub conviene optare per una crociera sub. Una crociera sub alle Galapagos è tutto ciò che un sub appassionato puo’ desiderare: nei fondali di queste isole c’è davvero tanto da ammirare, una flora marina degna di nota. Infatti, le immerisoni alle Isole Galapagos sono riconosciute per la loro biodiversità che è davvero unica al mondo.

Ad esempio si possono incontrare dei bellissimi esemplari di squali come per esempio squali pinna bianca, pinna nera, ma anche squali toro, tigre e soprattutto squali martello (questi ultimi soprattutto tra settembre e dicembre). I viaggi per sub alle Isole Galapagos non vi faranno solo incontrare squali: ci si potrà immergersi circondati anche da mante, tartarughe e leoni marini. Inoltre, soprattutto da novembre a maggio, si potrà incontrare il bellissimo squalo balena.

Fare immersioni alle Isole Galapagos significa godere di acque cristalline e fondali ricchi di vita. Lasciarsi cullare dal silenzio della natura, da alcune delle acque più belle del mondo, è davvero un sogno.
Ogni isola che fa parte delle Galapagos offre immersioni memorabili. Questo sicuramente grazie alla biodiversità di questo arcipelago davvero incredibile. Per chi non sa scegliere dove immergersi alle Galapagos, l’ideale è una crociera per sub.

Quando organizzare un viaggio per sub alle Isole Galapagos

La bellezza delle Isole Galapagos è che sono visitabili in ogni periodo dell’anno. Per quanto riguarda le vacanze sub, è consigliabile prenotare per il periodo che va tra febbraio e maggio. Tra luglio e novembre è possibile avvistare invece alcune specie marine come lo squalo balene e altre tipologie di squali. In questo periodo, l’acqua ancora non è freddissima quindi è piacevole immergersi anche per molte ore. Per più informazioni in merito a quando andare alle Isole Galapagos puoi scaricare la guida Divecircle gratuitamente!

Scopri le offerte per i viaggi per sub alle Isole Galapagos di DiveCircle e prenota subito la tua vacanza sub!

AmericaDestinazioniSlider

Viaggio sub a Turks e Caicos, nel blu dei Caraibi

turks-e-caicos-viggio-sub

Attraverso un viaggio sub a Turks e Caicos, avrete modo di scoprire una delle 20 mete al mondo più rinomate per le immersioni. Le calde e turchesi acque caraibiche, che lambiscono queste splendide isole, custodiscono un’infinità di vita marina in centinaia di chilometri di barriere coralline tutte da esplorare.

Territorio d’oltremare del Regno Unito, l’arcipelago comprende una quarantina di isole coralline e si trova a nord di Hispaniola, non lontano dalle Bahamas. È formato dalle  isole Turk e dalle isole Caicos, separate tra loro dal Columbus Passage, un canale lungo 35 chilometri, luogo di passaggio per pesci, razze, tartarughe, delfini e megattere. Le isole principali sono 8, tra queste Grand Turk e Salt Cay sono le più popolate e famose delle Turks, mentre Providenciales , nota come Provo, è quella più grande e nota di Caicos.

Grand Turk è l’isola maggiore, centro amministrativo dell’arcipelago e sede della capitale Cockburn Town. L’isola più turistica, con il principale scalo aereo, è invece Providenciales, con le sue lunghe spiagge di sabbia finissima. Nonostante il grande afflusso di turisti, le isole Turks e Caicos hanno mantenuto intatte le loro caratteristiche rurali e la loro vivace anima caraibica, che va a mescolarsi in maniera perfetta con elementi di cultura indio, maya ed africani. Gran parte della costa è protetta dall’Ordinanza sui parchi nazionali e questo si traduce in un’abbondanza di siti di immersione incontaminati e ricchi di vita e di paesaggi mozzafiato.

Scopriamo insieme cosa vedrete immergendovi in queste sorprendenti acque e quali sono i siti imperdibili per il perfetto viaggio sub a Turks e Caicos.

Vita marina e siti d’immersione

Le isole Turks e Caicos custodiscono barriere coralline intatte e pullulanti di vita che si estendono per decine e decine di chilometri. Questi magnifici reef caraibici, ricoperti di coralli e spugne, sono rallegrati dalla presenza di pastinache a macchie, barracuda, aragoste, granchi, aquile di mare, squali di barriera, nutrice, pinna nera, tigre e martello, murene, cernie di Nassau, tartarughe, delfini, anguille dei giardini, carangidi, calamari, polpi e circa 100 specie differenti di pesci come il pesce rasoio, pipistrello, rondine, leone, minatore, angelo e balestra.

Tra febbraio ed aprile, migliaia di megattere che migrano dall’Atlantico Settentrionale attraversano queste acque, regalando uno degli spettacoli naturali più belli e affascinanti al mondo. Altro fenomeno imperdibile è il cosiddetto Glow Worm: durante la luna piena di ogni mese, nel buio della sera, migliaia di lucciole bioluminescenti illuminano queste acque e si accoppiano, dando vita ad uno spettacolo di luci e bagliori.

Immergendosi in queste acque turchesi, le possibilità di imbattersi in splendidi esemplari di tartarughe embricate sono molto alte, così come quelle di incontrare simpaticissimi delfini che, per nulla intimoriti dalla presenza dell’uomo, giocano nelle scie delle imbarcazioni. Il più famoso è “Jojo”, un delfino tursiope che nuota nella zona di Provo sin dagli anni ’80. Jojo è selvaggio, ma molto spesso si avvicina spontaneamente ai sub, rallegrando le loro immersioni.

Tra i vari siti, Providenciales è senza dubbio quello più turistico dell’intero arcipelago. Su quest’isola si trova il Princess Alexandra National Marine Park, un parco costiero e marino di 2643 ettari, le cui barriere e lagune ne fanno un vero paradiso per gli appassionati di immersioni e snorkeling. Sul lato nord di Provo, protetto da una lunga barriera corallina, troviamo Grace Bay, con i suoi nove chilometri di sabbia finissima e siti di immersione ricchi di coralli, pareti e canyon dimora di cernie, barracuda, tartarughe, squali e, occasionalmente, mante. Appena fuori da Provo c’è North West Point, caratterizzato da una parete che si inabissa fino a 900 metri tra coralli duri e molli, barracuda, carangidi, aragoste, granchi e numerose specie di pesci.

Grand Caicos , North Caicos, South Caicos sono isole abitate e rappresentano l’ideale per chi vuole vivere una vacanza all’insegna della tranquillità in un ambiente naturale di estrema bellezza. West Caicos, invece, è un’isola disabitata a sud-ovest di Provo, nota per le sue pareti ricoperte di spugne e coralli e per le creature pelagiche che vi si aggirano. L’isola ospita il lago Catherine, collegato al mare attraverso passaggi sotterranei e dimora di fenicotteri e tartarughe.

French Cay è un’altra piccola isola a sud di Provo ed è la sola da cui non si può vedere nessun’altra isola. In passato covo di pirati, ora è un santuario naturale protetto e uno dei posti migliori delle Turks e Caicos per ammirare gli squali. Gli squali grigi sono la varietà più facile da incontrare, ma a volte è possibile imbattersi anche in squali nutrice, martello, toro, limone e tigre.

Situato nel Columbus Passage, Salt Cay è il primo posto per osservare le megattere che migrano
dall’Atlantico Settentrionale verso le calde acque dominicane. Questa zona ha anche molto altro da offrire, compreso un relitto di una nave da guerra britannica, la HMS Endymion, grotte e pareti mozzafiato.

A Grand Turk, centro amministrativo, politico e culturale dell’arcipelago, troviamo il Columbus National Marine Park, con numerosi punti di immersione, pareti che si inabissano nelle profondità e una straordinaria varietà di incredibili creature marine come le anguille da giardino, squali nutrice, cernie di Nassau, tartarughe e coloratissimi pesci tropicali.

turks & caicos viaggi per sub

Parrot Cay è famosa per essere l’isola dei vip. Qui si trova il resort più famoso di tutti i Caraibi, il Parrot Cay by Como, ed è facile incontrare grandi divi di Hollywood che hanno scelto questo paradiso terrestre come meta delle loro vacanze.

Viaggio sub a Turks e Caicos: quando andare

Le Turks e Caicos, in linea generale, sono visitabili tutto l’anno, però il periodo giugno-novembre potrebbe essere caratterizzato da depressioni tropicali e uragani. I mesi da maggio ad ottobre sono quelli più caldi e afosi, quelli da settembre a dicembre i più piovosi e quelli da dicembre a marzo i più freschi e ventilati. Dunque il periodo migliore per un viaggio sub a Turks e Caicos è quello che va da gennaio ad aprile, con aprile il mese migliore in assoluto. Il periodo giusto per assistere all’affascinate migrazione delle megattere va da febbraio ad aprile.

Le temperature dell’acqua non scendono quasi mai al di sotto dei 26° C, ed è quindi possibile immergersi in ogni periodo dell’anno.

Se ti è venuta voglia di scoprire questo magnifico arcipelago scopri le offerte dei viaggi per sub di DiveCircle e prenota la tuo viaggio sub a Turks e Caicos!

Marine Life

Whale Watching: dove e come osservare le balene

whale watching alle azzorre

Organizzare un viaggio sub significa anche andare alla ricerca di esperienze speciali da condividere con i nostri compagni di viaggio per innamorarci ogni volta del mare e dei suoi abitanti: quindi via libera alle immersioni, allo snorkeling e al whale watching?

Quest’ultimo è sicuramente uno degli spettacoli più suggestivi offerti dalla naturaAmmirare le grandi balene nel loro habitat naturale, mentre nuotano in libertà, è un’esperienza straordinaria, una di quelle che difficilmente si dimenticano.

Whale watching: come ammirare questo spettacolo della natura  

L’osservazione delle balene è sicuramente una delle attrazioni più straordinarie che il mare è in grado di offrirci. Il whale watching, espressione che deriva dalla più comune bird watching (osservazione degli uccelli) indica infatti la possibilità di ammirare i grandi cetacei nel loro habitat naturale 

Navigare alla ricerca delle balene è estremamente eccitante e appassionante e tanti sono i luoghi dove poter fare whale watching. L’osservazione viene praticata tramite escursioni in barca, organizzate da operatori specializzati, in luoghi abitualmente frequentati da popolazioni di cetacei particolarmente vaste.  

L’escursione è un’emozione unica sia per gli adulti che per i bambini. Questi ultimi avranno la possibilità di vivere il loro primo incontro con i grandi abitanti del mare vivendo un’esperienza che ricorderanno per tutta la vita.  

Se avete intenzione di praticare il whale watching armatevi di binocolo, macchina fotografica e tanta, tantissima pazienza. Per avvistare i cetacei infatti, è necessario osservare continuamente la superficie del mare, alla ricerca di increspature anomale, sbruffi, spruzzi e pinne.   

Le giornate più adatte per farlo sono quelle con mare calmo e prive di vento. Non esistono orari, appuntamenti né programmi, dal momento che si naviga alla ricerca di animali liberi di muoversi in mare aperto e capaci di compiere lunghissime distanze.  

Ma non scoraggiatevi: a fronte di ipotetiche ore di navigazione, anche un solo avvistamento vi regalerà emozioni di una tale intensità, da scuotere i punti più reconditi del vostro animo.  

La certezza di essere infinitamente piccoli dinnanzi alla grandezza di queste creature, vi ripagherà di ogni attesa e vi regalerà emozioni che non è possibile descrivere a parole.  

Whale watching in Madagascar  

Durante l’inverno australe, da giugno a fine settembre, il mare intorno alla costa nord orientale del Madagascar, offre uno degli spettacoli naturali più affascinanti del mondo. 

Grandi gruppi di megattere svolgono la loro migrazione annuale dall’Antartide alle acque protette dell’isola del Madagascar, dove partoriscono e si prendono cura dei piccoli, per poi attuare spettacolari rituali di corteggiamento.  

Restano lì fino alla fine dell’inverno, prima di ritornare ai mari freddi dove li attende una grande abbondanza di cibo.  

Quello che vi colpirà sarà sicuramente l’agilità con la quale queste enormi creature, che possono raggiungere anche i 15 metri di lunghezza e un peso di 45 tonnellate, scivolano attraverso le onde, regalando a chi le osserva una visione mozzafiato.   

Il Madagascar è uno dei migliori luoghi al mondo dove fare whale watchinge avvistare megattere e balene mentre si muovono e saltano fuori dal mare nello stretto canale che separa l’isola dal Mozambico, sulla terraferma. Si possono vedere addirittura da terra, ma il modo migliore per ammirarle è sempre a bordo di un motoscafo veloce e con una guida specializzata.  

Volete regalarvi un’esperienza al di là di ogni immaginazione? Prenota ora la tua vacanza sub in Madagascar con DiveCircle e vivi questa e mille altre avventure straordinarie nella “grande isola” dell’Oceano Indiano.

Whale watching alle Isola Azzorre  

Bagnate dall’Oceano Atlantico, le isole Azzorre, in Portogallo, sono un gruppo di 9 isole situate a circa metà strada tra Europa e Nord America.  

Le acque che le circondano sono tra i migliori luoghi al mondo per il whale watching e vivere l’esperienza unica di confrontarsi con questi giganti del mare.  

La stagione del whale watching alle Azzorre inizia a marzo, sulla rotta della balenottera azzurra, l’animale più grande che sia mai esistito sul nostro pianeta.  

Da inizio aprile ai primi di maggio, gli eventi stagionali continuano con il passaggio delle grandi balene migratorie. In questo periodo, insieme alla balenottera azzurra, è possibile incontrare altri misticeti (i cetacei con i fanoni) quali la balenottera comune, la balenottera boreale e la megattera: uno spettacolo straordinario in grado di lasciare a bocca aperta chiunque vi assista.  

Da metà maggio a fine giugno, è il turno del capodoglio, il più grande tra gli odontoceti (cetacei con i denti), che si immerge a profondità abissali per cacciare calamari, tra cui il leggendario calamaro gigante.  

Nei mesi di luglio e agosto, le femmine di capodoglio danno alla luce i piccoli che, alla nascita, sono lunghi “appena” 4 metri.   

Ma le sorprese della natura non sono ancora finite! È proprio infatti in questo periodo che alcuni dei cetacei meno conosciuti raggiungono queste isole: sono i misteriosi zifidi. Dotati di soli 2 denti nella mascella inferiore (spesso presenti solo nel maschio), quest’ultimi si immergono a profondità paragonabili a quelle del capodoglio. Tra di essi spiccano l’iperodonte boreale (lungo fino a 9 metri), il mesoplodonte di Sowerby e lo zifio.  

Noi non ci stancheremmo mai di vedere queste creature straordinarie! E voi, avete già preparato binocolo e macchina fotografica? Cliccate qui per scoprire come lanciarvi in questa nuova fantastica esperienza!  

Whale watching alle Canarie

Le Canarie sono una delle destinazioni europee più importanti per i viaggi sub. Qui è possibile anche praticare whale watching e vivere l’emozione unica di trovarsi al cospetto dei grandi giganti del mare.

La ricchezza dei fondali di queste isole e la temperatura delle acque quasi sempre costante che si aggira intorno ai 20°/22° attraggono tutto l’anno numerose specie di cetacei tra cui balene, delfini, balenotteri, megattere e capodogli.

Nella maggior parte dei casi non serve allontanarsi molto dalle coste per scoprire questi simpatici e meravigliosi abitanti del mare.  Le isole infatti ospitano fino a sei specie diverse di delfini, grandi colonie di balene, megattere lunghe fino a 16 metri e i giganteschi e affascinanti capodogli.

Per questo sono diventate una delle mete europee preferite dagli amanti del whale watching: se anche voi volete vivere queste emozioni scoprite tutti i viaggi per sub alle Canarie con DiveCircle!

Insomma, fare whale watching almeno una volta nella vita arricchisce e stupisce.

 
 
AsiaDestinazioni

Viaggi per sub in Indonesia, immersioni tra le più belle al mondo

Indonesia

Tribù primitive, vulcani e natura si intrecciano a cittadine moderne con una cultura millenaria caratterizzate da diversità storiche e artistiche. Fare viaggi per sub in Indonesia è un’esperienza eccitante e sorprendente.

Si tratta del più grande arcipelago del mondo, con oltre 13.000 isole di cui meno della metà abitate e si estende per 34.000 miglia di linea costiera, dividendo l’Oceano Indiano dal Pacifico. I suoi siti offrono immersioni adatte alle esigenze di diversi tipi di sub: appassionati, amanti dei relitti e fotografi subacquei che possono immortalare più di 600 specie di coralli e oltre 3000 varietà di pesci, per un viaggio sub tra i più affascinanti al mondo.

Viaggi per sub in Indonesia, zone di immersione

Fare viaggi per sub in Indonesia è alla portata di subacquei di tutti i livelli. Il clima è equatoriale con una temperatura media che oscilla tra i 26 e i 34 C°. La stagione più secca si estende da Aprile a Settembre, mentre la stagione monsonica va da Ottobre a Marzo.

viaggi per sub in indonesia

Tra i centinaia punti di immersione, le zone subacquee da visitare assolutamente sono:

  • Komodo: l’isola è situata tra le isole Sumbawa e Flores e vanta un’eccezionale ecosistema, fondali stupendi ed una varietà smisurata di flora e fauna. Il Komodo National Park è famoso per i suoi dragoni, la specie di lucertola più grande del mondo. L’oceano a Komodo è spettacolare, le correnti sono abbastanza forti e per questo risulta la destinazione ideale per i subacquei con un’esperienza elevata. Inoltre a Pink Beach è possibile praticare un ottimo Snorkeling;
  • Sulawesi Nord: offre oltre 100 siti di immersione per tutti i livelli di esperienza, infatti è considerata una delle destinazioni più famose per i subacquei del mondo. Il Parco Marino Bunaken si estende per una superficie molto estesa e vanta acqua limpide ed eccezionali giardini di corallo facilmente visibili sia per i sub che per gli snorkelisti;
  • Isole Gili: piccole isole che vantano spiagge bianchissime. In questa zona è possibile attraversare dorsali oceaniche, canyons e incontrare seppie, polpi e pesci leone. Se si ha la fortuna di immergersi con la luna piena, si ha la possibilità di imbattersi anche con pesci napoleone giganti;
  • Relitto USS Liberty: una nave da trasporto americana affondata nello stretto di Lombok durante la Seconda Guerra Mondiale che giace a 30 metri dalla spiaggia di Tulamben Bay ed è visibile sia dai sub che dagli snorkelisti.

Viaggi per sub in Indonesia: oltre le immersioni

In Indonesia oltre le fantastiche esperienze diving, è possibile visitare anche l’entroterra delle isole. Al di fuori dei centri urbani, si estendono incantevoli risaie e piccoli villaggi con case di terracotta. In Indonesia ci sono anche molti templi da visitare. Tra i più suggestivi sicuramente il Borobudur situato nell’isola di Giava: si tratta di un tempio buddhista Mahayana ed è il monumento indonesiano più grande e sicuramente anche il più emozionante da visitare. Il Pura Luhur Uluwatu è uno splendido tempio situato sul bordo di una scogliera a circa un’ora da Kuta: il paesaggio che offre è straordinario, forse il migliore di tutta l’isola.

Scopri tutti i viaggi per sub in Indonesia di DiveCircle!