diving Lampedusa

Diving Tips

Immersioni nel Mediterraneo, 10 isole da non perdere

Lampedusa

Quante volte ti è capitato di dire in un periodo di stress “basta mollo tutto e me ne vado in un’isola”? E perché non portare con te la muta per stare in compagnia degli affascinanti animali marini? Per trovare delle immersioni da sogno non devi andare necessariamente in paradisi tropicali, puoi trovare dei paradisi terrestri anche più vicino, per esempio facendo immersioni nel Mediterraneo.

Il nostro mare è pieno di isole bellissime che offrono spiagge bianche ed acqua cristallina nonché una ricca fauna e flora marina. Dalle Cicladi, passando per Lampedusa, fino ad arrivare alle Isole Baleari, non saprai quale isola scegliere per la tua prossima vacanza sub.

Dieci isole per fare immersioni nel Mediterraneo

Santorini

Santorini appartiene all’arcipelago delle Cicladi, ed è l’isola più al sud di questo arcipelago oltre ad essere una delle più famose. Conosciuta anche per la sua attiva vita notturna, a Santorini, si possono fare grandiose immersioni nel Mediterraneo.

Tra i punti di immersione più belli di questa isola è doveroso annoverare il The Caves, un canyon ricco di grotte, e per gli amanti dei relitti, il vulcano sottomarino Nea Kameni dove è possibile esplorare il relitto della Sea Diamond, una nave da crociera affondata nel 2007 che ha coinvolto 1584 persone portate tutte in salvo tranne due passeggeri dispersi di cui purtroppo non sono stati più trovati i corpi.

viaggi per sub Grecia

Naxos

L’isola più grande delle Cicladi, Naxos, offre una vacanza a tutto tondo. È ricca di storia, con bellissime spiagge sabbiose e rigogliosi fondali marini, ma è soprattutto perfetta per i subacquei appassionati di relitti. Infatti, a 34 metri/112 piedi di profondità è possibile esplorare il relitto di Beaufighter, un aerosilurante scoperto recentemente, risalente alla Seconda Guerra Mondiale. L’immersione è un po’ difficoltosa, quindi, adatta ai subacquei più esperti.

Un altro relitto da vedere sotto le acque di Naxos è il relitto di Arado 196, che si trova ad una profondità inferiore rispetto al relitto di Beaufighter, a 22 metri/66 piedi sotto livello del mare, con la fusoliera e le ali intatte nonostante l’aeroplano tedesco sia adagiato sul fondale a testa in giù. La posizione dell’aereo rende l’esplorazione ancora più particolare.

Gozo

Se tutti i subacquei conoscono l’Isola di Gozo appartenente all’arcipelago maltese, un motivo ci sarà? È uno dei luoghi più spettacolari dove fare immersioni nel Mediterraneo. In questa zona si può ammirare l’Azure Window (Finestra Azzura), un arco naturale roccioso, un punto perfetto per iniziare le immersioni.

viaggi per sub Malta

Un altro sito di immersione noto è quello della Rocca del Generale, un blocco di roccia che fuoriesce dal mare, sulla cui sommità crescono delle piante rare e che in passato erroneamente si pensava fossero funghi.

Di fronte all’Azure Window vi è il Blu Hole, una formazione rocciosa naturale, dove è possibile immergersi. Questo sito, inoltre, include un enorme arco che inizia a 8 metri di profondità, di forma quasi quadrata, ricoperto di coralli (Parazoanthusaxinellae). Infine, un altro importante sito per i sub a Gozo è anche The Chimney vicino al Blu Hole.

Lampedusa

La più grande delle Isole Pelagie, Lampedusa, è situata nel punto più a sud di tutta l’Italia. Insieme a Linosa e a Lampione, formano un arcipelago transcontinentale.

Lampedusa è una delle isole migliori per fare immersioni nel Mediterraneo. Con una particolare fauna e flora marina e la possibilità di vedere anche gli squali, Lampedusa, diventa una delle tappe che un subacqueo almeno una volta deve fare nella vita.

Tra i punti più belli dove immergersi nel Mediterraneo, sicuramente Secca di Levante, a 12 miglia ad est da Lampedusa. Durante l’immersione potrai incontrare gli incantevoli delfini e ad inizio estate anche branchi di ricciole che depongono le uova. Non è raro vedere anche cernie, dentici e ancora, spugne e gorgonie. Inoltre, si possono anche incontrare qualche tartaruga Caretta Caretta.

Per i più intraprendenti, in questo mare, è possibile provare il brivido di immergersi con gli squali grigi. Questi esemplari nel Mediterraneo sono presenti solo in questa area e in Turchia. A Capo Ponente ci si può immergere su un relitto a pochi metri di profondità.

Un altro punto interessante di immersione è quello della Madonnina del mare, non molto lontano dall’Isola dei Conigli. In questa zona, un fotografo con la passione della subacquea ha donato all’isola una Madonnina  che giace sotto una cupola, circondata da una grande varietà di specie marine. Infine, è necessario segnalare che a nord dell’isola, a Taccio Vecchio, è possibile incontrare il pesce pappagallo.

Marettimo

Rimanendo sempre in Sicilia, questa volta spostandoci verso ovest, arriviamo alle Isole Egadi e precisamente a Marettimo. Questa isola insieme a Favignana, Levanzo, e i due isolotti di Formica e Maraone, costituisce l’Area Marina Protetta più grande di tutta Europa.

Marettimo, la più suggestiva delle Isole Egadi, garantisce esperienze sub tra fondali spettacolari, con la presenza di gorgonie già a 20 metri, rami di corallo nero, madrepora, parazoantus e altre specie tipiche del Mediterraneo. Incontri garantiti anche con cernie, ricciole, dentici, saraghi e ancora gronchi, murene, mustelle e aragoste. Insomma, Marettimo è un’isola tanto piccola quanto ricca di vita marina.

Ustica

Senza alcun dubbio tra le isole più belle per gli appassionati della subacquea, che vogliano fare immersioni nel Mediterraneo, vi è Ustica. Unico residuo rimasto di un complesso vulcanico scomparso, Ustica ha fondali meravigliosi con grotte, anfratti e tane.

Il mondo sommerso di Ustica è caratterizzato da una ricca flora e fauna marina. Sotto le sue acque è possibile incontrare grosse cernie, branchi di barracuda, ricciole e a volte anche grandi tonni.

Ustica offre siti di immersione per sub a tutti i livelli, come lo Scoglio del Medico e la Secca della Colombara. Ai più esperti si consiglia di immergersi a Sicchitello, poiché in questa zona, il punto meno profondo si trova a 27 metri, e si raggiungono i 60 metri di massima profondità. È sorprendente osservare i pinnacoli che si ergono dal fondale, ricoperti da gorgonie e falsi coralli neri.

Isola di Tavolara

Tavolara, è una delle tante isole della bellissima Sardegna. Si affaccia sul golfo di Olbia e si presenta come una montagna in mezzo al mare. L’isola di Tavolara fa parte dell’Area marina protetta “Tavolara Punta Coda Cavallo”.

viaggi per sub italia

Uno dei siti di immersione più belli di questa zona è Secca del Papa, caratterizzata dalla grande quantità di castole in mezzo a margherite di mare, gorgonia bianca, gialla, rossa ed alcionari. Abbondanti anche le cernie brune.

Un altro interessante punto di immersione è Secca di Punta Arresto, caratterizzato da un fondale sabbioso ricco di Posidonia oceanica e da spirografi. Se vuoi vedere fondali caratterizzati da massi coperti di margherite di mare e spugne incrostanti, puoi immergerti a Tedja liscia.

Isole Medas

Meta conosciuta soprattutto dai veri appassionati di sub, le Isole Medas, sono un arcipelago di sette isole del Mar Mediterraneo, situate di fronte alle coste della Catalogna. Le sette isole sono: Meda Gran Meda Petita Medellot (Medallot) Carall Bernat (Cavall Bernat) Ferrenelles Tascons Gross (Tascó Gros) Tascons Petits (Tascó Petit), tutte disabitate ed incontaminate, tant’è vero che costituiscono riserva marina naturale ed hanno dei fondali protetti e molto vivaci.

In queste zone è frequente incontrare cernie di grandi dimensioni. Il più famoso punto di immersione è il “Tunnel della Vaca”, un corridoio naturale che offre spettacolari effetti di controluce.

Maiorca

Dalle Isole Medas alle Isole Baleari gli arcipelaghi spagnoli sono tutti da scoprire e perfetti per praticare immersioni nel Mediterraneo. L’isola più grande delle Baleari è Maiorca. Immergendosi nel mare di questa magnifica isola è possibile ammirare le pareti lungo tutta la costa dell’isola in compagnia di barracuda, polipi, murene, jacks e grouper.

Grandi varietà di pesci animano baie, caverne e tunnel nel sito di Cala Barca. A Maiorca ci sono anche spiagge nascoste dalle rocce, come quella alla Calita abitata da polipi, barracuda e murene.

viaggi per sub Spagna

Formentera

Tra le dieci isole più belle dove poter fare immersioni nel Mediterraneo, vi è un’altra delle isole Baleari, Formentera. Quest’isola, tra le più famose delle Baleari, insieme ad Ibiza, a sua volta compone una delle Isole Pitiuse. Il suo nome deriva dal fatto di essere stata sfruttata come granaio e deposito di frumento dai Romani.

Grazie alle sue acque trasparenti, Formentera regala immersioni con alta visibilità. Insieme ad Ibiza, detiene la Riserva Marina di Ios Freus, inclusa nella lista dei Beni Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.

La peculiarità di questa zona sono i paesaggi sottomarini. Grotte, pareti con le gorgonie, relitti, praterie di posidonia, considerate le migliori conservate del Mediterraneo: Formentera è questa e molto altro ancora. E non dimenticate che tra un’immersione e un’altra potrete godervi la vita movimentata delle sue spiagge.

Diving Tips

Le migliori 10 immersioni in Italia

immersioni in Italia

L’Italia è il paese del sole, del mare e delle immersioni. Le acque che bagnano la nostra penisola custodiscono fondali magnifici da esplorare con bombola, maschera e pinne. Tante le tappe imperdibili lungo lo Stivale, ricchi di flora e fauna marina che non hanno niente da invidiare ad altre mete più esotiche. Un compito difficile riuscire ad elencare le migliori 10 mete per le immersioni in Italia, ma proviamo ad elencare la TOP 10 delle immersioni in Italia da Nord a Sud.

La TOP 10 delle immersioni in Italia

Portofino

La riserva di Portofino è stata istituita nel 1999 con sede a Santa Margherita Ligure. Quest’area è molto famosa nell’ambiente subacqueo per i suoi siti di immersione e per lo spettacolare palcoscenico subacqueo nel quale si va ad immergersi.

Trattandosi di una riserva protetta vi sono molte limitazioni per le immersioni ed è divisa in varie zone che però non inficiano la bellezza dei viaggi subacquei in questo luogo ricco di flora e fauna marina.

Punta Chiappa Levante, Grotta della Colombara ed il Faro sono tre dei siti di immersione assolutamente da non perdere.

Inoltre, sempre nell’area marina protetta è possibile ammirare il Cristo degli Abissi, nella Baia di San Fruttuoso. Nella zona è frequente l’avvistamento di cernie, ricciole, dentici, corvine e tonni.

Argentario e arcipelago toscano

I fondali meravigliosi incastonati sulle pendici delle incantevoli scogliere dell’Argentario e di tutte le isole che compongono l’Arcipelago toscano sono tra le mete più spettacolari per fare immersioni in Italia.

In questa località meravigliosa si effettuano immersioni in luoghi da sogno, tra cui spiccano l’isola del Giglio, Giannutri e Capraia, le quali offrono vari siti di immersione da visitare assolutamente. In queste acque, tra anfratti, grotte e secche potrete vivere un’esperienza subacquea affascinante e assolutamente indimenticabile.

I siti di immersioni più famosi in queste isole sono sicuramente la Secca di Capo d’Uomo, Punta Finestra, lo Scoglio del Corallo e la Grotta Azzurra, nei pressi del promontorio dell’Argentario, la secca di Punta Pennello,i relitti del Nasim e del Marsala, presso l’isola di Giannutri e la parete de Le Scole, i Subielli e Cala Cuba vicino l’isola del Giglio.

Isola d’Elba

L’isola d’Elba, dato l’elevato numero di punti di immersione, merita una menzione a parte. Un’immersione presso “lo Scoglietto”, dove è possibile incontrare cernie di grandi dimensione ed i pesci San Pietro oltre a grotte ed anfratti emozionanti, è in grado di regalare sensazioni incredibili.

Altro sito di immersione presso l’Isola d’Elba è il relitto dell’Elviscot, un cargo che si trova nei pressi dello Scoglio dell’Ogliera a Pomonte, adagiato a soli 12 metri di profondità e quella sullo Junker 52, un aereo della seconda guerra mondiale recentemente scoperto davanti a Portoferraio ad una profondità di 38 metri.

Sardegna

La Sardegna è la seconda isola più grande per estensione appartenente al territorio italiano. Le sue acque sono famose in tutto il mondo per la limpidezza ed i colori accesi, tanto da rendere quest’isola una tappa amata dai turisti di qualsiasi nazione.

Il mare che bagna la Sardegna oltre ad essere perfetto per una vacanza di relax, è ideale anche per chi ama fare immersioni in Italia. Partendo dal nord della Sardegna è possibile rintracciare numerosi luoghi in cui effettuare immersioni affascinanti.

Sulla costa nord orientale è possibile immergersi a Santa Teresa di Gallura, presso la Secca di Porto Leccio i cui fondali sono ricchi di posidonia e coralli dai colori vivacissimi.

Sempre a nord dell’isola di San Pietro è possibile immergersi in un labirinto sottomarino al largo dell’isola di Caprera, nell’Arcipelago della Maddalena.

Famoso in tutto il mondo è il Portone di Capofigari, presso Golfo Aranci. In questo luogo è possibile ammirare i famosi coralli rossi di Alghero, una gioia per gli occhi di qualsiasi subacqueo.

A Sud della Sardegna, invece, nei pressi di Villasimius ci si può immergere presso la Secca di Santa Caterina, con canyon e grotte abitate da castagnole, zerri e mennole, oltre alla presenza di coralli rossi e gorgonie.

Isole Tremiti

L’arcipelago delle Isole Tremiti è formato da tre isole maggiori, S. Domino, S. Nicola e Caprara, un’isola minore denominata Pianosa e un quinto isolotto chiamato Cretaccio, si trova nel mar Adriatico.

Le Tremiti, che dal 1989 sono una riserva naturale, offrono una cinquantina di punti d’immersione.

Da non perdere assolutamente, nel vostro programma di immersioni in Italia, sono le immersioni a Caprara, nei punti di Secca di Punta Secca, Scoglio del Corvo e Punta Secca. La fauna e la flora di questi fondali sono estremamente ricche e tipicamente mediterranee. A Secca di Punta Secca nei fondali, già a 35 m di profondità, le pareti sono ricoperte da splendide gorgonie e rami di corallo nero.

Golfo di Napoli

Scendendo più a sud, raggiungendo la Campania, si possono effettuare immersioni ugualmente affascinanti nelle isole del Golfo di Napoli: Ischia, Procida e Capri in particolare.

Discorso a parte per le immersioni nella parco marino di Baia, compreso nel più vasto Parco Naturale dei Campi Flegrei. Le acque di questa riserva protetta custodiscono una meraviglia introvabile altrove: i resti di una antica città romana. Mosaici, tracce di affreschi, sculture, tracciati stradali e colonne immersi in perfette condizioni, il sogno di qualsiasi subacqueo.

Isole Eolie

Di fronte Milazzo troviamo l’arcipelago delle Isole Eolie, uno dei 50 siti inseriti dall’UNESCO nella World Heritage List nella sezione relativa al patrimonio naturalistico.

Questo arcipelago siciliano è formato da 7 isole, una più bella dell’altra: Lipari, Panarea, Alicudi, Filicudi, Salina e due vulcani attivi, Stromboli e Vulcano.

Tutte le isole sono caratterizzate da una natura selvaggia ed incontaminata che attrae ogni anno migliaia di turisti. In questa zona i punti di immersione sono innumerevoli e ciascuna isola offre dei siti con caratteristiche particolari ed ugualmente affascinanti.

Ustica

Spostandoci invece più ad est, di fronte Palermo, troviamo un’altra piccola perla del Mediterraneo, l’isola di Ustica. Unico residuo rimasto di un complesso vulcanico scomparso, l’isola è considerata il paradiso dei sub grazie ai suoi affascinanti fondali.

Grazie all’assenza di sabbia a poca profondità, l’acqua è limpidissima e i fondali, di origine vulcanica, sono ricchi di grotte, anfratti e tane. Oltre alle meraviglie del paesaggio sommerso, ogni immersione ad Ustica sorprende per la ricchezza della fauna che è possibile incontrare: grosse cernie, branchi di barracuda, ricciole e a volte anche grandi tonni. Oltre a diversi siti visitabili da sub di ogni livello, come lo Scoglio del Medico o la Secca della Colombara, si segnala l’immersione a Sicchitello, forse la più bella dell’isola.

Isole Egadi

Di fronte Trapani, invece, troviamo l’arcipelago delle Isole Egadi, composto da Favignana, Marettimo e Levanzo che, insieme agli isolotti di Formica e Maraone, costituiscono l’Area Marina Protetta più grande di tutta Europa.

viaggi per sub italia

I fondali di queste isole non hanno nulla da invidiare ai mari caraibici. Oltre alle meravigliose località balneari di ogni tipologia, le isole offrono esperienze subacquee fuori dal comune. Ad esempio sono imperdibili le immersioni alla Secca del Toro e allo scoglio Galeotta, dove si trovano coralli neri, falsi coralli rossi, spugne, gorgonie e tutta la fauna e la flora esistente nel Mediterraneo.

Lampedusa

Dulcis in fundo, nell’elenco delle più belle immersioni in Italia,  nel punto più a sud della Sicilia, e dell’Italia intera, si trovano le Isole Pelagie, istituite area marina protetta dal 2002. Questo arcipelago, che insieme all’Indonesia è un rarissimo caso di arcipelago transcontinentale, è formato da Lampedusa, che è l’isola maggiore, Linosa, la seconda per estensione, e Lampione, un isolotto disabitato.

Per gli appassionati del mare e della subacquea, Lampedusa è un luogo magico: acque trasparenti da far invidia alle più belle isole caraibiche e un’incredibile ricchezza di fauna e flora marina come pochissime altre al mondo.

Immersioni emozionanti si possono vivere nella Secca di Levante, dove ogni anno ad inizio estate si radunano branchi di ricciole a deporre le uova, e a Capo Ponente, dove è possibile immergersi su un relitto a pochi metri di profondità. Un sito molto particolare è quello della Madonnina del mare, a pochi metri dall’isolotto dei conigli.

Inoltre, in queste acque è possibile immergersi anche in compagnia degli squali, soprattutto lo squalo grigio presente nei pressi dell’isola di Lampione. Una particolarità di questa zona del Mediterraneo che offre la possibilità di immergersi con gli squali senza dover effettuare viaggi intercontinentali.

Clicca qui per tutte le offerte diving in Italia!

DestinazioniEuropa

Viaggi per sub a Lampedusa, un gioiello nel Sud del Mediterraneo

Lampedusa

Gli amanti del mare non possono non amare Lampedusa, un’isola che unisce bellezza delle spiagge e magnifici punti di immersione. In molti la scelgono per i loro viaggi per sub a Lampedusa. Sono pochi i luoghi al mondo dove è possibile incontrare una tale ricchezza dei fondali e varietà di pesci: grotte sommerse, pareti ricoperte di spugne, cernie, ricciole, dentici sono solo alcune delle meraviglie che potrete ammirare facendo viaggi per sub a Lampedusa, nelle splendide acque del Mar Mediterraneo.

Oltre alla fauna marina, le immersioni diventano particolari, per via della conformazione dell’isola sia fuori che sott’acqua, come per esempio accade nella zona dei faraglioni.

Viaggi per sub a Lampedusa, zone di immersione

L’isola offre numerosi e suggestivi punti di immersione dove il tempo sembra essersi fermato e i pesci sono i veri padroni del mare: uno di questi è “La Madonnina del mare”. Si racconta che all’incirca nel 1980, un celebre fotografo subacqueo, sia stato vittima di un incidente durante un’immersione, proprio il giorno della processione della Madonna di Porto Salvo, Patrona dell’isola. Fu soccorso dagli isolani e salvandosi per miracolo decise, come ringraziamento, di donare all’isola, a simbolo di protezione per tutti i sub e gli amanti del mare, la statua rappresentante la Madonna con Bambino.

Oggi, alla profondità di circa 16 metri, si può trovare un “arco”, dove ai piedi è stata collocata la statua di bronzo.

Altre zone dove è possibile immergersi durante i viaggi per sub a Lampedusa sono:

  • Scoglio Pignata: l’immersione comincia ad una distanza di 20 metri dalla formazione rocciosa; il fondale è ricco di grossi massi di forma circolari levigati dalle correnti sottomarine dove non è difficile incontrare grossi trigoni.
  • Punta Cappellone: la zona è ideale per realizzare splendide fotografie. L’immersione termina con la risalita in un particolarissimo cunicolo verticale che sale per una decina di metri.
  • Taccio Vecchio: noto come “il paradiso dei sub”, in questo luogo è possibile effettuare immersioni semplici e rilassanti ed ammirare murene, cernie, pesci pappagallo, triglie e nudibranchi. La zona più particolare di questa immersione è una grotta a cui si accede attraverso una sorta di imbuto capovolto. Immaginate il gioco di colori a cui danno vita i raggi di luce che filtrano attraverso l’apertura posta alla sommità! Un vero spettacolo.
    All’interno della grotta è possibile fare incontri con triglie, magnose (dette cicale), qualche aragosta e una stella marina molto particolare detta “serpentina” che renderà spettacolare la vostra esperienza diving a Lampedusa
  • Lampione: quella di Lampione è definita come una delle immersioni più belle e suggestive del Mediterraneo. L’immersione comincia a circa 20 metri di profondità dove si trovano una serie di grandi massi pieni di rientranze che sono vere e proprie tane per una miriade di esemplari marini: saraghi, murene, corvine, cernie, dentici, ecc. Ma siamo solo all’inizio, in quanto scendendo ancora più giù, verso i 40 metri, si possono fare incontri con pesci più lunghi e grossi di noi umani, come ricciole, cernie, ecc. Ma il bello arriva ancora oltre, intorno ai 60 metri, dove con un po’ di fortuna, potrete ritrovarvi di fronte allo spettacolare incontro con gli squali grigi.
viaggi per sub italia
Una vacanza a Lampedusa, oltre le immersioni e le spiagge spettacolari, nasconde molte altre meraviglie come per esempio lo spettacolo delle uova di tartarughe marine, che a centinaia si schiudono sulla spiaggia dell’isola.

Scopri i tesori di quest’isola prenotando subito i tuoi viaggi per sub a Lampedusa con DiveCircle e visita un gioiello di sabbia e scogli che più a sud non si può!