Chat with us, powered by LiveChat
DestinazioniEuropaSlider

Isole Medas: immersioni nell’impero delle cernie giganti

Isole Medas

Le isole Medas (in catalano Ille Medes) sono un arcipelago situato nel Mar Mediterraneo di fronte alla Costa Brava, la regione costiera della Catalogna. Questo bellissimo arcipelago, ad un passo dal confine con la Francia, è formato da alcuni isolotti e da 7 isole: Meda Gran (la più grande), Meda Petita (la più piccola), Medellot (Medallot), Carall Bernat (Cavall Bernat), Ferrenelles, Tascons Gross (Tascó Gros) e Tascons Petits (Tascó Petit).

Dal 1983 le isole Medas sono Riserva Marina, una delle più antiche e ricche di biodiversità di tutta Europa. Queste affascinanti isole, del tutto disabitate e prive di qualsiasi traccia di modernità (ad eccezione del faro di Meda Gran, alimentato ad energia solare) sono l’habitat perfetto e immacolato di una varietà infinità di flora e fauna marina, oggetto di ricerca e di studi da parte del mondo scientifico. Il motivo principale di questa unicità sta non solo nel microclima moderato e ideale, ma anche nel grande e costante impegno del governo catalano nel preservare l’ecosistema di questo incantevole luogo, attraverso l’imposizione di tasse e limiti giornalieri di immersioni.

In quanto Area Specialmente Protetta di Interesse Mediterraneo, in queste isole vige anche il divieto assoluto di costruzione e un regolamento rigoroso riguardante la pesca, finalizzato a non alterare l’equilibrio di queste splendide acque.

Negli anni ’30 queste isole sono state abbandonate dall’uomo e questo ha permesso alla natura di riappropriarsene con tutta la sua forza e impetuosità, trasformandole in un paradiso per oltre 60 specie di uccelli, tra cui cormorani e migliaia di gabbiani, e più di 1.200 specie marine.

La temperatura dell’acqua, i nutrienti portati dal fiume Tar e la particolare conformazione geologica dei fondali ricchi di grotte, archi e gallerie, si uniscono in un connubio perfetto per dare vita all’habitat ideale di coralli, spugne, gorgonie, posidonie, aragoste, aquile di mare, cefali, branzini, murene, dentici, nudibranchi, saraghi, barracuda ma soprattutto cernie giganti, in assoluto l’attrazione principale di questa località. Le acque delle isole Medas sono infatti soprannominate “il regno delle cernie”; questi spettacolari animali si aggirano in queste acque a decine, nuotando indisturbati tra le distese di coralli rossi e le vaste caverne, per nulla intimorite dalla presenza dei sub.

Isole Medas: punti di immersione

Altra caratteristica di queste isole è la ridotta profondità in cui si effettuano le immersioni. Senza superare i 20 metri di profondità, infatti, è già possibile godere di tutte le meraviglie che queste acque custodiscono.

L’acqua ha una visibilità di 10/15 metri e la sua temperatura dipende dal periodo. I mesi migliori per immergersi sono quelli che vanno da aprile ad ottobre, ma da privilegiare sono i mesi estivi, durante i quali la temperatura dell’acqua raggiunge anche i 23 gradi, permettendo così l’utilizzo di una muta da soli 5 mm.

I punti di immersione delle Isole Medas sono molti e la scelta dipende dal grado di difficoltà e di preparazione. Ogni zona è provvista di ormeggi fissi ed è necessario richiedere l’autorizzazione per le immersioni all’ufficio della Direcció General del Medi Natural de la Generalitat, presso il porto di L’Estartit. Ad ogni boa è permesso l’attracco di una sola barca ed il limite di immersioni giornaliero è fissato a 450. Per questo il nostro consiglio è di prenotarvi con sufficiente anticipo in uno dei tanti diving center presenti in zona.

I siti di immersione più importanti sono Les Ferranelles, Tascó Gros, Tascó Petit, Carall Bernat, Dofí Sud, Dofí Nord, La Vaca, Pedra de Déu, El Medellot e Salpatxot. Lo scoglio di Pedra de Déu, a sudovest della Meda Gran, è il luogo ideale dove ammirare decine di aragoste adagiate su tappeti di gorgonie; i reef dell’isolotto del Carall Bernatt e di Tascons sono invece il regno delle cernie giganti e di coralli rossi; il passaggio Dolfi, il lungo tunnel che attraversa da nord a sud la Meda Petita e che deve il suo nome alla statua di un delfino posta alla sua uscita, offre uno spettacolo da mozzare il fiato, con in suoi splendidi banchi di pesci e le sue gallerie ricoperte di coralli e gorgonie.

viaggi per sub Spagna

Altro sito, che di sicuro merita una menzione, è “La Vaca” (la mucca), un fantastico sistema di grandi tunnel adatto a sub di ogni livello. Questa sorprendente grotta è conosciuta per le sue immense pareti ricoperte di coralli, spugne e gorgonie, ma soprattutto per gli incantevoli giochi di luce che si generano al suo interno.

Le isole Medas distano all’incirca un miglio dalla costa catalana ed il punto di partenza migliore per raggiungerle è Estartit. Questa piccola cittadina fino a pochi decenni fa era un semplice e caratteristico villaggio di pescatori. In seguito all’istituzione del parco nel 1983, si è rapidamente trasformata in un importante centro turistico pieno di diving center, hotel, campeggi, locali e ristoranti dove assaporare la cucina tipica della Costa Brava.

E voi, ci siete mai stati? Se sì, lasciate un vostro commento e raccontateci la vostra esperienza, altrimenti scoprite tutto sui viaggi per sub alle Isole Medas, non lasciatevi sfuggire questa occasione!

DiveCircle
Leave a Comment