Chat with us, powered by LiveChat
AsiaDestinazioni

Diving nelle Filippine: immersioni e crociere nell’oceano Pacifico

Fare diving nelle Filippine è un’esperienza indimenticabile sia per i subacquei sia per chi non ama le immersioni a grandi profondità e preferisce attività come lo snorkeling o le crociere diving, che permettono di trascorrere alcuni giorni a contatto esclusivo con il mare e i suoi tesori.  

Con oltre 7000 isole immerse tra Oceano Pacifico e Mar Cinese, l’arcipelago delle Filippine è in grado di offrire mille combinazioni diverse, per soddisfare le esigenze di ogni tipo di viaggiatore: dalla barriera corallina ai reef più inesplorati, dai relitti delle navi giapponesi, affondate dagli americani nell’ultimo conflitto mondiale alle escursioni sulla terraferma, tra laghi vulcanici, risaie e foreste pluviali ricche di rare orchidee.  

“Mabuhay!” è il caloroso “Benvenuto” che vi accoglierà al vostro arrivo in questo paradiso terrestre ricco di ospitalità, calore, sorrisi e tradizioni rimaste intatte ancora oggi.   

Un paesaggio vario e incantato pieno di fascino e di angoli di meraviglia tutti da scoprire. Dalla capitale Manila e dagli altri principali aeroporti dell’arcipelago si può partire alla scoperta delle isole più autentiche, tra vulcani, ripide cascate e spiagge bianchissime lambite da acque cristalline la cui biodiversità marina vi lascerà senza fiato.  

A tal proposito, sappiate che fare diving alle Filippine vuol dire immergersi all’interno di un sistema di reef che l’Unesco ha dichiarato Patrimonio dell’Umanità, all’interno di quello che è noto come Triangolo dei Coralli, la regione con maggiore biodiversità marina al mondo.  

In particolare il sistema del “Tubbataha Reef”, nella regione di Palawan, ospita oltre 1300 specie marine, tra cui alcune molto rare come il dugongo e lo squalo volpe, oltre a squali balena, mante, squali martello, pesci pagliaccio e molti altri ancora.  

A proposito di reef, uno dei più famosi in cui fare diving alle Filippine è Apo Reef ed ospita la seconda barriera corallina più estesa al mondo.  

Diving nelle Filippine: i siti migliori per le immersioni  

Considerate il cuore dell’immersione tecnica in Asia, le Filippine, grazie alle migliai di isole che le compongono e alla loro enorme varietà, offrono opportunità per tutto i tipi di immersioni e per tutti i livelli di esperienza subacquea.  

Vediamo insieme alcuni dei siti più famosi in cui vivere una indimenticabile esperienza diving alle Filippine.  

Palawan  

Tra le isole delle Filippine in cui organizzare un viaggio sub c’è sicuramente Palawan, per molti “isola più bella del mondo“. 

Situato sulla punta settentrionale dell’isola troviamo El Nido, un insieme di isolotti corallini e baie paradisiache nascoste tra le scogliere di arenaria bianca che emergono dal mare di mille sfumature di smeraldo e turchese.  

Tra i siti da non perdere Tubbataha Reef, Secret Lagoon Beach e The Coral Garden, dove potrete vivere immersioni da sogno!   

Abbiamo già citato questo “UNESCO World Heritage Site” abitato da specie marine tutte da scoprire tra cui tartarughe, squali, cavallucci marini e molto altro ancora.  

Gli appassionati di immersioni e non solo potranno scegliere se vivere questa avventura subacquea da terra oppure imbarcarsi su una delle tante navi da crociera che salpano alla volta di questo luogo unico al mondo: in entrambi i casi lo spettacolo è assicurato!   

Cebu  

La parte centrale dell’arcipelago della Filippine è costituita dalle isole Visayas, al centro della quale troviamo l’isola di Cebu.  

Il piccolo villaggio di pescatori di Moalboal, sorge nella zona nord occidentale dell’isola a circa 100 km di distanza dalla capitale Cebu City e rappresenta una delle più famose destinazioni per chi è alla ricerca di favolosi fondali e spiagge incantevoli.  

Qui anche i non sub avranno la possibilità di andare alla scoperta dei famosi giardini di corallo, posti a pochi metri di profondità mentre gli appassionati di macrofotografia subacquea rimarranno sbalorditi davanti alle numerose specie marine, di vertebrati e invertebrati, dalle più comuni alle più rare, tra cui anche lo squalo balea.  

viaggi per sub filippine

Le immersioni nelle acque intorno a Cebu sono sempre piacevoli grazie alla loro temperatura che non scende mai sotto i 26° e alla visibilità raramente inferiore ai 15 metri.  

Malapascua 

Al largo dell’isola di Cebu sorge quella di Malapascua; poco più grande di un atollo delle Maldive questa piccola isola è lambita da acque cristalline e vanta alcune meravigliose spiagge di sabbia fine e bianchissima su cui rilassarsi dopo le vostre immersioni o lo snorkeling.  

A proposito di immersioni, qui se ne possono fare moltissime e molto diverse tra loro: dalle immersioni sui relitti alle muck dives, sull’isola di Malapascua ciascuno avrà la possibilità di provare l’avventura che preferisce a contatto con il mare e i suoi tesori.  

Tra di essi non possiamo non citare gli squali volpe, che insieme alle mante sono gli abitanti più ricercati e apprezzati di questi meravigliosi fondali oceanici.  

Se state cercando una meta fuori dal turismo di massa Malapascua è quello che fa per voi: ritmi lenti, vita semplice e vero contatto con la natura, il mare, la gente e le tradizioni locali che vi conquisteranno al primo incontro!   

Bohol 

A sud di Cebu troviamo l’isola di Bohol e la sua natura incontaminata; una delle maggiori attrazioni dell’isola è senza dubbio la “Chocolate Hills”: una serie di oltre 1250 colline di forma conica che emergono dal terreno su di una superficie di 50 km quadrati.  

Le cosiddette “Colline di Cioccolato” devono il loro nome al caratteristico colore marrone che assumono nel periodo della stagione secca.  

In questa isola, come in tutto l’arcipelago, la natura offre nuovi affascinanti spettacoli anche e soprattutto sotto la superficie dell’acqua dove si incontrano coralli neri, coralli molli tra i quali vivono una grande varietà di nudibranchi, ghost fish, frog fish, cavallucci pigmei, pesci pagliaccio, serpenti di mare, pesci pipistrello e molte altre creature fantastiche.  

Alcuni dei siti di immersione più belli dell’arcipelago filippino si trovano nei pressi di piccole isole situate a poche miglia da Bohol.   

Coron 

La base perfetta per partire alla scoperta dei relitti presenti nelle acque dell’arcipelago delle Filippine.  A Coron è possibile infatti immergersi sulla Taiei Maru, un’ex nave cisterna di 168 metri.  

I subacquei più esperti possono entrare all’interno della grande stiva ma anche chi resterà all’esterno potrà ammirare tutte le parti di questo grande relitto e incontrare i suoi abitanti più famosi, tra cui pesci leone, pesci fucilieri oltre ad ammirare ponti e altre parti in legno completamente ricoperti di coralli molli.  

Cabilao 

Con poche ore di navigazione è possibile raggiungere l’isola corallina di Cabilao, un vero e proprio paradiso per gli amanti delle immersioni. Quest’isola vergine ed incontaminata, di soli 4 km di lato, vi affascinerà con i suoi contrasti cromatici, tra il turchese del mare, il verde della fitta vegetazione e il bianco scintillante delle spiagge. 

I fondali di questa isola meno battuta dal turismo di massa, ospitano creature speciali come coloratissimi coralli, nudibranchi, barracuda, frog fish e serpenti di mare oltre a squali pinna bianca, pinna nera e martello.  

La barriera corallina circonda l’intera isola a pochi metri di distanza dalla costa e durante la bassa marea è raggiungibile a piedi; un luogo perfetto per i sub ma anche per chi pratica snorkeling.

Negros Oriental  

Negros Oriental si trova nella Regione del Visayas Centrale ed è nota per l’ospitalità dei suoi abitanti e per il mix perfetto di montagne e mare.  

La parte più interessante dell’isola è quella che si trova a sud di Dauin, da cui si ha anche facile accesso verso la piccola, splendida, isola vulcanica di Apo.  

In questa zona è possibile vivere numerose avventure a contatto con le acque oceaniche e i fondali, come l’osservazione dei delfini, le immersioni a diverse profondità e lo snorkeling alla scoperta di coralli, tartarughe marine e altre specie marine autoctone.  

Mindoro 

Con il 75% di specie di corallo del mondo e una varietà di siti di immersioni, Mindoro è un vero e proprio paradiso immerso nelle acque delle Filippine, che offre la possibilità di vivere esperienze diving a tutti i livelli.  

Il principale punto di immersione dell’isola è Puerto Galera: la baia protetta e la barriera corallina a bassa profondità lo rendono il luogo ideale anche per chi vuole praticare snorkeling o cimentarsi con le prime immersioni.  

Leyte 

Coralli, stelle marine, cavallucci marini, murene, serpenti di mare, squali balena, barracuda, delfini e mante: nell’isola di Leyte i sub avranno l’imbarazzo della scelta e potranno vivere esperienze uniche al mondo.  

Romblon 

Questa zona vulcanica aspra è in realtà uno dei migliori siti di immersione per gli amanti della fotografia subacquea che avranno l’opportunità di fotografare molte specie rare che vivono in queste acque.

Scoprite tutto su Romblon: qui tra pareti ripide, grotte, canyon sottomarini e barriere coralline colorate avrete solo l’imbarazzo della scelta!  

Crociere diving nelle Filippine 

Le crociere per sub nelle Filippine permettono di vivere un’esperienza unica a contatto diretto con il mare, alla scoperta di alcune tra le più belle isole dell’arcipelago, che ricordiamo solo oltre 7000, proprio al centro del famoso Coral Triangle, in cui la biodiversità raggiunge livelli da record.  

Diving alle Filippine

Salpare su una delle tanti navi da crociera che solcano l’Oceano in questo angolo di meraviglia significa andare alla scoperta di specie marine uniche al mondo come squali balena, squali volpe, mante oltre a famosi relitti adagiati sui fondali e una fauna marina tutta da ammirare e fotografare.  

Le esperienze per chi non fa immersioni  

La capitale Manila, sull’isola di Luzon, ha subito l’influenza delle diverse culture straniere che la abitano nel corso del tempo si è trasformata da villaggio di pescatori locali ad una metropoli piena di contrasti che merita di essere visitata.  

Qui, come a Vigan, è possibile ammirare gli antichi edifici dell’epoca coloniale.  

Da non perdere anche le risaie terrazzate di Banaue, che raggiungono un’altezza di oltre 1500 metri e sono considerate da molti come l’ottava meraviglia del mondo.  

Le più famose isole in cui fare immersioni, tra cui Malapascua, Cebu e molte altre, offrono anche molte altre attrattive, tra le quali spiagge paradisiache, giungla incontaminata, bellissime cascate come quelle di Kawasan, sull’isola di Cebu, giardini preziosi e caratteristici mercati dove è possibile entrare in contatto con gli usi, i costumi e i sapori locali.  

Flora e fauna delle Filippine  

L’arcipelago è un vero e proprio concentrato di biodiversità marina: durante una vacanza diving nelle Filippine è possibile incontrare circa 13.500 specie vegetali, 3000 delle quali non sono presenti in nessun altro posto al mondo.  

La fauna terrestre delle Filippine comprende oltre 200 specie note di mammiferi, di cui la metà endemiche e numerose specie di rettili e volatili. 

Tra le specie sottomarine che più facilmente è possibile incontrare durante un’immersione diving nelle Filippine, ricordiamo i dugonghi, gli squali balena, gli squali martello, gli squali volpe, le mante, i pesci Napoleone, i pesci pagliaccio e molte altre ancora.  

Diving nelle Filippine: quando andare 

Da maggio a luglio la temperatura dell’acqua si aggira intorno ai 28° mentre da dicembre a marzo scende sotto ai 23°.  

Anche se è possibile immergersi tutto l’anno, la stagione migliore per fare diving nelle Filippine è sicuramente quella che va da marzo a luglio, periodo in cui gli squali balena sono più presenti e i serpenti marini arrivano a popolare i reef di Tubbataha.

La temperatura dell’aria varia dai 23° ai 32°, ma per fortuna l’umidità tipica del Sud Est Asiatico, è tenuta bene a bada dalle brezze marine.  

Il clima è di tipo tropicale e presenta due principali stagioni, quella umida o delle piogge che è compresa tra giugno e novembre quando arrivano anche i pericolosi tifoni e quella secca che va da dicembre a maggio.  

In conclusione il periodo migliore per organizzare una vacanza diving nelle Filippine è quello che va da marzo a giugno, quando le temperature di aria ed acqua sono abbastanza elevate e le precipitazioni scarse.  

 

Non vedete l’ora di partire anche voi per un viaggio diving nelle Filippine? Scoprite tutti i viaggi per sub e tuffatevi alla scoperta dei tesori di questo magico arcipelago!

DiveCircle
Leave a Comment